Indice dei
Va Pensiero

ITALIAN - COLOMBIAN NETWORK
Organo Ufficiale della Associazione Italiani in Colombia - AICO
(P.G. Nro 375 Risoluzione 17 Giugno 2003)

Direttore
Gianfranco Chiappo
Redazione Cartagena
Edmondo Franchina
Vittorio Golin
Riccardo Ferreri
Laura Garcia
Segreteria Redazione
Sileidys Velasquez
Redazione Bogotá
Giorgio Gatti
Redazione Italia
Pasquale Di Gregorio

Redazione Cooperazione
Marcello Pini
Redazionei ANA

Luigi Paccazocco
Gastone Vincenti
Corrispondente Cali
Nathalie Michelin
Corrispondente Villavicencio
Jessica Ramirez
Corrispondente Medellin
Sergio Forgioli

Redazione Cartagena
Bocagrande, Av. San Martin
N. 9-145, Ed. Nautilus Of.901
Tel. (+57) 5-665.39.62
Fax. (+57) 5-659304
Redazione Bogotá
Cra.15 n.79-69-Of.510
Tel. 6559810 - Fax 2189236
Redazione Italia
Via Stampatori 19 10122 Torino

Edizione N° 87 del 18 - 06 - 2008
News

 

Indice delle notizie
1.
Editoriale.
2.
E adesso..... (I parte)
3.
Alfredo Mantica e Enzo Scotti, i sottosegretari con maggiore rapporti con le problematiche degli italiani nel mondo.
4.
Una donna al...comando, Carla Zuppetti è il nuovo Direttore Generale DGIEPM
5.
Nasce il consolato digitale.
6.
Il Governo Ombra
______Editoriale ______
Riuniamo in questo numero diversi aspetti istituzionali e no di notevole importanza. Innanzitutto la presentazione dei due nuovi Sottosegretari, Mantica e Scotti, che hanno maggior attinenza con gli italiani all’estero e pur nelle loro molteplici funzioni istituzionali l’attenzione e i rapporti con questi sono al primo posto.
Successivamente ecco una donna di rilievo, Carla Zuppetti, la nuova direttrice di un importante settore del MAE (Ministero degli affari Esteri) anche lei direttamente a contatto con le nostre problematiche e con una proposta di una prima ristrutturazione e modernizzazione delle strutture consolari (fosse vero!).
Seguiremo poi con notizie varie nonche’ con una serie di articoli , di cui qui appare il primo, sulla situazione italiana e sui possibili scenari futuri e infine una carrellata sul "Governo Ombra".

Il Direttore.
_E adesso...... (I parte)
Ragionando insieme su presente e ...possibili scenari futuri.
Il rito delle elezioni si è concluso ed ora ci troviamo in una situazione realmente nuova al di la delle tante parole di circostanza. Il panorama politico e' cambiato in maniera sostanziale come mai dalla nascita della Repubblica. Partiti dalla tradizione centenaria o quasi sono scomparsi e, in particolare, la torma di micro partiti che ha contraddistinto gli ultimi anni e' di colpo stata cancellata come da uno tsunami. Per la prima volta ci troviamo nella possibilità di ragionare e pensare in termini moderni di democrazia dell'alternanza, di una maggioranza e una opposizione visibile e, almeno sulla carta, non modificabile,dove ognuno deve giocare ruoli ben precisi.
Ora non ci sono piú le attenuanti che hanno giustificato negli ultimi 15 anni un immobilisimo dovuto di volta in volta a inesperienza, contraddizioni, veti interni, ecc... Adesso esistono tutte le condizioni per affrontare e cercare di risolvere problemi epocali per il nostro Paese e, indirettamente, per tanti Paesi ad esso collegati e, quindi, con grandi riflessi per i milioni e milioni di italiani che vivono nel mondo e che in molti casi possono essere una importante risorsa. Analizziamo i problemi dell'Italia visti anche dall’esterrno, dove appaiono spesso più chiari e semplici.
Il primo, fondamentale, é di ordine psicologico: un paese vecchio, che non sa più sognare, progettare e investire nell'intraprendere. Dove il sogno del cinquantenne medio è solo una vacanza e fuga da realtà divenute burocraticamente soffocanti e senza prospettive. Dove mancano motivazioni analoghe a quelle che 50 anni fa hanno permesso un incredibile miracolo economico e sociale. E questo perchè? Le analisi sono complesse ma non imposibili come si vuol fare credere quando non si vogliono dare risposte concrete. Sempre bisogna cercare di andare alle radici del problema ed una, importantissima, si evidenzia: la cultura, ovvero la sua mancanza.
La tanto bistrattata parola, spesso usata senza reale costrutto, ci può dare una prima spiegazione di fondo. Con il termine cultura dobbiamo però comprendere anche ciò che viene semplicemente definito come "moda" o maniera di immaginare e condividere certi momenti ed aspetti dell'esistenza che ci condizionano profondamente. Ed allora senza sciocchi e inutili moralismi di maniera soffermiamoci su quello che ci presentano come modello i media e, innanzitutto, cancelliamo l'affermazione che i media ci propongono solo quello che la vita presenta quotidianamente. Questa e' una bugia e se non in tutta la totalità del termine, in gran parte, perchè molto spesso e' la selezione che i media fanno degli avvenimenti che ci rappresenta e construisce la realtà.
La televisione, i giornali, i vari mezzi di comunicazioni non sono ne cattivi ne buoni però con il tempo il loro uso strumentale e di parte può creare una realtà che ha i contorni della realtà virtuale, poichè tendono a inseguire presunti desideri dei propri lettori o ascoltatori che molto spesso non esistono o diventano tali solo dopo che sono stati indotti. Questo e ciò che in gran parte ha cambiato la vita e le prospettive di vita, l'immaginario e le aspettative dei giovani che hanno preso strade ben diverse da quelle di pochi decenni fa.
Non mi soffermo ad elencare le innumerevoli transmissioni o pubblicazioni che non offrono nulla se non un aspetto patinato o conflittuale o al più di pettegolezzo squallido. Non voglio contraporre una cultura colta e una cultura popolare, qui si tratta semplicemente di non cultura o un tentativo di manipolare ciò che è cultura, soddisfando la voglia di apprendere un facile nulla, anticamera della frustrazione di un sucesso effimero che solo pochi e per poco tempo potranno raggiungere.

Questa situazione non è solo italiana ma è un primo passo per poter capire molte realtà, che affronteremo nella seconda parte di questo articolo per poi introdurre quello che sono le speranze del futuro e l'importanza della presenza degli italiani nel mondo per costruire il futuro stesso dell'Italia e non solo.(continua).
Gianfranco Chiappo

 

Alfredo Mantica e Enzo Scotti, i sottosegretari con maggiore rapporti con le problematiche degli italiani nel mondo.

ALFREDO MANTICA
Il Sottosegretario Sen. Alfredo Mantica è nato a Rimini nel 1943, è laureato in Economia e Commercio e risiede a Milano.

Eletto per la prima volta al Parlamento italiano nel 1987 (al Senato) nelle liste del MSI-DN, è stato successivamente rieletto al Senato nel 1996 in AN; alle recenti elezioni politiche è stato rieletto al Senato nel Collegio Lombardia per la lista Popolo della Libertà.

Nel 2001 fu nominato Sottosegretario di Stato per gli Affari Esteri, nel corso del governo Berlusconi-II, con le deleghe per il Mediterraneo, Medio Oriente, Africa e Cooperazione, incarico
rinnovato nel corso del Berlusconi-IV, con deleghe alle relazioni bilaterali con i Paesi dell'Europa, i Paesi Caucasici ed asiatici dell'ex Unione Sovietica

L'attuale incarico di Sottosegretario di Stato per gli Affari Esteri viene esercitato nell'ambito delle direttive di indirizzo politico impartite dal Ministro. In particolare, coadiuva il Ministro nella trattazione degli atti concernenti:
il raccordo con il Parlamento e le altre Amministrazioni dello Stato nelle materie di seguito indicate e in tutti i casi di volta in volta indicati dal Ministro;
* le politiche generali concernenti le collettività italiane all'estero, la loro integrazione nei suoi vari aspetti e i _ loro diritti;
* la valorizzazione del ruolo degli imprenditori italiani residenti all'estero;
* il coordinamento delle iniziative relative al rafforzamento ed alla razionalizzazione della rete consolare;
* la costituzione di commissioni e gruppi di lavoro per le materia oggetto del presente decreto;

* le relazioni bilaterali con i Paesi dell'Europa, compresi i Paesi caucasici e quelli asiatici dell'ex Unione Sovietica, al fine _ _di favorire _ l'intensificazione dei relativi rapporti e l'azione italiana nelle diverse organizzazioni intergovernative regionali e sub regionali;
* i rapporti con le istituzioni dell'Unione Europea;
* l'esercizio della Presidenza della Commissione Nazionale per la Promozione della Cultura Italiana all'Estero.


ENZO SCOTTI
Il Sottosegretario Enzo Scotti è nato a Napoli nel 1933 ed è laureato in Giurisprudenza.
Eletto per la prima volta al Parlamento italiano nel 1968 (alla Camera) nelle liste della DC; alle recenti elezioni politiche si è candidato in Campania alla guida del Movimento per l'Autonomia partito della coalizione facente capo al Popolo della Libertà.

Ha ricoperto vari incarichi tra i quali il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale (dal 1978 al 1980), dei Beni e delle Attività Culturali (dal 1981 al 1982) e dell'Interno (dal 1990 al 1992); nel 1984 è stato anche eletto sindaco di Napoli.

L'attuale incarico di Sottosegretario di Stato per gli Affari Esteri viene esercitato nell'ambito delle direttive di indirizzo politico impartite dal Ministro. In particolare, coadiuva il Ministro nella trattazione degli atti concernenti:
* Il raccordo con il Parlamento e le altre Amministrazioni dello Stato nelle materie di seguito indicate e in tutti i casi di __volta in volta indicati dal Ministro;
* Le relazioni bilaterali con i Paesi dell'America del Nord e dell'America centrale e meridionale, al fine di __favorire ed __intensificare i relativi rapporti e l'azione italiana nelle diverse Organizzazioni intergovernative __regionali e sub regionali;
* Itemi trattati nell'ambito delle Nazioni Unite e delle agenzie specializzate;
* La problematica dei diritti umani e delle libertà fondamentali, al fine di favorire l'azione italiana nelle principali __Convenzioni ed Organizzazioni internazionali in materia, anche in coordinamento con le altre Amministrazioni __interessate;
* Irapporti con le Regioni, anche nei settori della collaborazione interuniversitaria e delle attività di ricerca, nella __prospettiva di rafforzare le potenzialità di collaborazione interregionale con i Paesi confinanti e litoranei;
* Il coordinamento delle posizioni dell'Amministrazione in merito alle questioni relative all'internazionalizzazione delle __imprese;
* L'attività interdirezionale concernente l'esportazione dei materiali d'armamento;
* Le variazioni di bilancio e le integrazioni dei capitoli di spesa.

Una donna al...comando.
Carla Zuppetti è il nuovo Direttore Generale DGIEPM

Cambio al vertice della Direzione Generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche migratorie (Dgiepm) del Ministero degli Affari Esteri. Il Ministro plenipotenziario Carla Zuppetti, nata a Isola del Liri (Frosinone) nel 1954 e laureata in Scienze Politiche, ha assunto il 2 maggio le funzioni di Direttore Generale in sostituzione dell’ambasciatore Adriano Benedetti che ha lasciato l’incarico dopo oltre cinque anni. Carla Zuppetti già conosce il mondo degli italiani all’estero, non solo perché proprio all’allora Direzione Generale dell’Emigrazione e Affari Sociali (Ufficio II) ha iniziato la carriera diplomatica ma per il lavoro di Console che l’ha portata, sempre agli inizi della carriera, a vivere da vicino le difficili realtà della Svizzera e della Germania, fino all’incarico di Primo Consigliere per l’emigrazione e gli Affari sociali a Parigi nel 1999. Nel novembre scorso, quale Vice Direttore Generale per il Personale, ha preso parte ai lavori del Consiglio Generale per gli Italiani all’estero, riferendo in Assemblea plenaria sulle misure per il riassetto della rete consolare. Diversi i compiti cui attende la nuova direttrice del Dgiepm, articolata in sette uffici: promuove, coordina e sviluppa le politiche concernenti i diritti degli italiani nel mondo; provvede ai servizi di tutela e assistenza a favore degli italiani nel mondo ed alla promozione sociale, linguistica e scolastica delle collettività italiane all’estero; provvede agli affari consolari; tratta le questioni concernenti gli stranieri in Italia; tratta le questioni sociali e migratorie in relazione a enti e Organizzazioni Internazionali.

Appena assunto l'incarico ha affermato che tra le priorità vi sono quelle di contribuire a promuovere ed affermare i diritti degli italiani residenti fuori dal nostro Paese nella consapevolezza che essi rappresentano per l'Italia una straordinaria e insostituibile risorsa.


Nasce il Consolato Digitale.

Ne dà notizia Carla Zuppetti, il nuovo Direttore Generale per gli Italiani all'Estero e le Politiche Migratorie del Ministero degli Affari Esteri. La quale garantisce che si tratta di una novità che migliorerà la vita di milioni di italiani all'estero.
Nell'ambito del Forum della Pubblica Amministrazione, che si è tenuto alla Fiera di Roma dal 12 al 15 maggio scorso, è stato presentato il "Consolato digitale".
Tale novità, che dovrebbe essere portata a compimento entro la metà del 2009, consentirà l'accesso via internet ai servizi offerti dalla rete consolare, attraverso l'integrazione tra gli archivi telematici del Mae e quelli delle altre strutture della PA in un'unica piattaforma informatizzata.
Tra i vantaggi dell'innovazione tecnologica adottata vi sono quelli derivanti dalla possibilità di fruire dei principali servizi consolari, quali il rilascio o il rinnovo del passaporto, la registrazione di un atto dello stato civile quale l'atto di nascita, di matrimonio e di cittadinanza, attraverso il proprio computer di casa.
"I principali fruitori saranno i milioni di italiani che vivono all'estero. Soprattutto quelli residenti in Sud America, dove la maggior parte dei nostri connazionali si trova fuori dai principali centri urbani dove hanno sede gli uffici consolari e le ambasciate. Si aprono le possibilità di ovviare alle grandi distanze, permettono all'utente di accedere via internet a servizi, attivare procedure, fissare appuntamenti e controllare direttamente l'andamento e la trattazione della propria pratica sul sito del consolato".



_____ _____ ___Il Governo Ombra

Come anticipato nei precedenti numeri, nel momento in cui abbiamo presentato il nuovo Governo, si e’ accennato ad una nuova figura politica tipica di alcuni paesi anlgosassoni ma per noi nuova: il “Governo Ombra”.
Con questo termine si indica la costituzione ufficiosa di una compagine governativa speculare a quella che governa da parte dell’opposizione. Si nominano cioe’ altrettanti ministri “ombra” il cui compito e’ di commentare le decisioni di coloro che occupano i ministeri ufficiali rilevandone deficienze e insoddisfazioni.
Praticamente ogni ministro avra’ un’”ombra” che ne segue e valuta i passi e le attivita’. Qui vi presentiamo le figure e gli incarichi piu’ importanti del “Governo Ombra.
Capo del Governo Ombra___
Walter Veltroni
Nato a Roma nel 1955. Politico e giornalista.
Segretario nazionale del Partito Democratico e capo unico della coalizione PD-Italia dei Valori per le elezioni politiche del 2008.
È stato sindaco di Roma: eletto una prima volta nel 2001 e riconfermato nelle elezioni comunali del 2006 con il 61,8% dei voti, si è dimesso il 13 febbraio 2008 per candidarsi alle elezioni politiche dell'aprile successivo.
È stato vicepresidente del Consiglio e ministro dei Beni culturali del governo Prodi I e segretario dei Democratici di Sinistra dall'ottobre 1998 all'aprile 2001.
Esteri_____
Piero Fassino
Nato ad Avigliana nel 1949. Politico italiano del Partito Democratico.
Dal 16 novembre 2001 al 14 ottobre 2007 è stato segretario nazionale dei Democratici di Sinistra.
Il 6 novembre 2007 è stato nominato Inviato dell'Unione Europea in Birmania da Javier Solana, Alto Rappresentante per la Politica Estera e di Sicurezza Comune dell'Unione Europea.
Interno____
Marco Minniti
Nato a Reggio Calabria nel 1956. Politico. Laureato in filosofia, già dirigente dei Democratici di Sinistra, sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio (Governo D'Alema I e II), sottosegretario al Ministero della Difesa (Governo Amato II) e Vice Ministro dell'Interno (Governo Prodi II).
Giustizia____
Lanfranco Tenaglia
Nato a Chieti nel 1961. Ex magistrato e politico italiano del Partito Democratico.
Laureato in giurisprudenza.
È stato eletto alla Camera dei deputati per la prima volta nel 2006 ed è stato responsabile giustizia de La Margherita.
Economia____
Pier Luigi Bersani
Nato a Bettola nel 1951. Politico italiano del Partito Democratico.
Dal 18 maggio 1996 al 22 dicembre 1999 ricopre la carica di Ministro dell'Industria, del Commercio, dell'Artigianato e del Turismo nel Governo Prodi I. Dal 23 dicembre 1999 al 3 giugno 2001 ricopre la carica di Ministro dei Trasporti e della Navigazione.
Dal 17 maggio 2006 all'8 maggio 2008, ha ricoperto la carica di Ministro dello Sviluppo Economico nel Governo Prodi II.
Istruzione____
Maria Pia Garavaglia
Nata a Cuggiono nel 1947. Politica italiana, esponente dapprima della Democrazia Cristiana, poi della Margherita e oggi del Partito Democratico. Laureata in Scienze Politiche all'Università Cattolica è stata Ministro della Sanità del Governo Ciampi, commissario straordinario della Croce Rossa Italiana dal 24 maggio 1995 al 4 aprile 1998 e presidente dal 4 aprile 1998 al 28 ottobre 2002.
Sviluppo Economico___
Matteo Colaninno
Nació en Mantova en 1970. Empresario y Político Italiano. Hijo Primogénito de Roberto Colaninno.
Ocupó, entre otros, los cargos de Vice Presidente del Grupo Piaggio, de Administrador Delegado y Vice Presidente de Omniaholding s.p.a. Y Vice Presidente del Banco Popular de Mantova.
Welfare____
Enrico Letta
Nato a Pisa nel 1966. Politico italiano.
Laureato in Scienze.
È stato presidente dei Giovani democristiani europei (1991-1995), segretario generale del Comitato Euro del Ministero del Tesoro (1996-1997), vicesegretario nazionale del Partito Popolare Italiano (1997-1998), ministro delle Politiche comunitarie (1998-1999), ministro dell'Industria (1999-2001), responsabile nazionale per l'economia della Margherita dal 2001.
Nel 2006, viene nominato Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri del Governo Prodi, succedendo allo zio Gianni Letta e abbandona l'incarico europeo per accettare quello di deputato nazionale.
Difesa____
Roberta Pinotti
Nata a Genova nel 1961. Politica italiana.
Laureata in lettere moderne, insegnante di italiano nei licei, ha iniziato la sua carriera politica nel Partito Comunista Italiano e poi nei Democratici di Sinistra.
Politiche Agricole___
Alfonso Andria
Nato a Salerno nel 1952. Politico italiano.
Laureato in giurisprudenza, è stato consigliere comunale di Salerno e presidente della provincia di Salerno.
Ambiente____
Ermete Realacci
Nato a Sora nel 1955. Ambientalista e politico italiano.
E' Presidente onorario di Legambiente ed esponente del Partito Democratico.
Dal 1987 al 2003, è stato presidente di Legambiente, divenendo uno dei maggiori esponenti dell'ambientalismo italiano. Attualmente è presidente dell'AIES (Associazione Interparlamentare per il commercio Equo e Solidale) ed è vicepresidente del Kyoto club, unione di varie istituzioni e imprese impegnate per la riduzione dei gas-serra.
Dal 4 novembre 2007 è membro dell'Esecutivo nazionale del Partito Democratico, scelto dal segretario Walter Veltroni, come responsabile della comunicazione del partito.
Infrastrutture e Trasporti____
Andrea Martella
Nato a Portogruaro nel 1968. Politico italiano.
Laureato in lettere e filosofia, è dirigente del Partito Democratico.
Beni e Attività Culturali_____
Vincenzo Cerami
Nato a Roma nel 1940. Scrittore e sceneggiatore italiano.
Allievo di Pier Paolo Pasolini e suo aiuto regista nel film Uccellacci e uccellini. Si rivela nel 1976 con il romanzo-capolavoro Un borghese piccolo piccolo, portato al cinema da Alberto Sordi per la regia di Mario Monicelli.
Nel cinema, ha scritto sceneggiature con registi come Gianni Amelio, Marco Bellocchio, Giuseppe Bertolucci, Ettore Scola.
È però con Roberto Benigni che ha raggiunto la popolarità: Il piccolo diavolo, Johnny Stecchino, Il mostro, La vita è bella, Pinocchio, La tigre e la neve.
Nel 1998 vince il David di Donatello per la miglior sceneggiatura con il film La vita è bella. Con lo stesso film ebbe la nomination per la miglior sceneggiatura originale ai Premi Oscar 1999.
Comunicazione____
Giovanna Melandri
Nata a New York nel 1962. Politica italiana. È cittadina italiana e statunitense.
Laureata in Economia e commercio.
Nel 1991 è entrata nella direzione nazionale del Partito Democratico della Sinistra, con cui è stata eletta deputato consecutivamente dal 1994 ad oggi. Dal giugno del 1996 all'ottobre del 1998 è stata membro dell'Esecutivo dei DS e responsabile dell'area di Comunicazione e Cultura del partito.
Dall'ottobre 1998 al giugno 2001 è stata Ministro per i Beni e le Attività Culturali sia sotto il primo che il secondo governo D'Alema ed il secondo Governo Amato.
Dal 17 maggio 2006 all'8 maggio 2008 è stata ministro per le politiche giovanili e le attività sportive del Governo Prodi II.
Riforme_____
Sergio Chiamparino
Nato a Moncalieri nel 1948. Politico italiano.
Laureato in scienze politiche.
Dal 1989 al 1991 è stato segretario regionale della CGIL. Dopo la svolta di Occhetto ha aderito al PDS, di cui è stato segretario provinciale, dal 1991 al 1995 e, nel 1993, consigliere comunale a Torino.
Nel 1996 è stato eletto deputato.
E' sindaco di Torino dal 2001; la sua amministrazione comunale, caratterizzata dalla preparazione e gestione delle Olimpiadi Invernali di Torino 2006 e delle relative opere (tra cui la metropolitana), ha riscosso grande popolarità.
Rapporti con le Regioni_____
Mariangela Bastico
Nata a Modena nel 1951. Politica italiana.
Laureata in scienze politiche, dal 1975 al 1985 ha insegnato discipline giuridiche ed economiche nelle scuole superiori.
Eletta consigliere comunale a Modena, è stata assessore di tale comune prima alla sanità (dal 1985 al 1992) e successivamente all'urbanistica (dal 1992 al 1994).
Nel 1994 assume l'incarico di sindaco di Modena con il Partito Democratico della Sinistra.
Nel 2006 fa parte del secondo governo Prodi in qualità di viceministro della Pubblica Istruzione.
Pubblica Amministrazione e Innovazione____
Linda Lanzillotta
Nata a Cassano allo Ionio nel 1948. Politica italiana, ministro degli Affari regionali nel governo Prodi II (17 maggio 2006 - 8 maggio 2008).
Laureata in lettere e docente universitario.
Ha aderito alla Margherita ed al termine delle elezioni politiche del 2006 venne eletta deputato.
Fa parte del secondo governo Prodi in qualità di Ministro degli Affari Regionali, incarico che mantiene dal 17 maggio del 2006.
Pari Opportunità____
Vittoria Franco
Nata a Roseto Capo Spulico nel 1949. Politica italiana.
Ricercatrice universitaria.
Il 26 gennaio 2007 è stata eletta a Bologna Coordinatrice Nazionale delle donne dei DS.
Semplificazione normativa___
Beatrice Magnolfi
Nata a Firenze nel 1951. Politica italiana.
Laureata in lettere moderne, insegnante di italiano in un liceo scientifico di Prato ed assistente dell'Università di Firenze, è stata assessore alla cultura della provincia di Firenze dal 1987 al 1994 nelle file del Partito Socialista Italiano ed all'innovazione tecnologica del comune di Prato dal 1995 al 2001, in quota Partito Democratico della Sinistra.
Dal 18 maggio del 2006 al 8 maggio del 2008 ha fatto parte del secondo governo Prodi in qualità di Sottosegretario alle riforme e all'innovazione nella Pubblica Amministrazione.
Politiche Comunitarie_____
Maria Paola Merloni
Nata a Roma nel 1963. Politica e imprenditrice italiana, eletta deputato nel 2006 e nel 2008 e "ministro" per le Politiche Comunitarie nel Governo ombra del Partito Democratico.
Laureata in scienze politiche, ha fatto una carriera da imprenditrice ed è stata presidente di Confindustria Marche dal 2004 al 2006. Alle elezioni di quell'anno è stata eletta alla Camera dei Deputati per La Margherita.
Attuazione del Programma____
Michele Ventura
Nato a Sesto Fiorentino nel 1943. Politico italiano.
Membro del Partito Comunista Italiano, dal 1985 al 1990 è stato vice sindaco di Firenze, dal 1990 al 1999 consigliere regionale della Toscana, passando nel frattempo al Partito Democratico della Sinistra.
È stato eletto deputato nel 1999, 2001, 2006 e 2008 (con il Partito Democratico).
Politiche Giovanili___
Pina Picerno
Nato a Teano nel 1981. Politica italiana.
Laureata in Scienze della Comunicazione.
È stata eletta alla Camera per la prima volta alle elezioni politiche italiane del 2008, quando è stata candidata come capolista in Campania nelle file del Partito Democratico.
In passato aveva già ricoperto la carica di presidente federale dei giovani della Margherita.
 

 

Se avete domande o volete offrirci la vostra collaborazione scriveteci: e-Mail: info@assoitaliani-co.org